Disgregazione e riciclo di pneumatici fuori uso di medie e grandi dimensioni.

Processo innovativo con utilizzo di metodologia e apparecchiature brevettate per la soluzione di un grave problema ambientale solo parzialmente risolto dai tradizionali sistemi oggi presenti.

SCOPRI COSA FACCIAMO

Nuova concezione

Il processo sfrutta una tecnologia consolidata nel campo industriale: Water Jet ad altissima pressione per disgregare le gomme e separare la cintura metallica.

Pneumatici di medie e grandi dimensioni (movimento terra, dumper), con diametri anche superiori ai 4 m, ora possono essere trattati allo stesso modo degli pneumatici da camion (Truck); grazie allo studio e allo sviluppo ingegneristico della soluzione si possono trattare i PFU che oggi rappresentano un grosso problema non risolto in maniera economica ed ecocompatibile

Polverino e granulato di gomma, i prodotti ottenuti dalla disgregazione degli pneumatici, hanno un grado di devulcanizzazione molto elevato che li rende compatibili con il reimpiego in sostituzione di gomma vergine, al contrario delle altre tecnologie disponibili (Meccanico e Gassificazione)

Il costo energetico del recupero, inteso come rapporto tra l’energia in KWh per ottenere un Kg di prodotto, non più rifiuto, è competitivo con gli altri sistemi di trattamento e recupero degli pneumatici

PFU
Economia
circolare
Polverino
Nuovi pneumatici

La soluzione di un problema ambientale

Dal punto di vista ambientale il processo in questione ha degli elementi peculiari che ne determinano un valore al di sopra delle altre tecnologie

Acqua

L’acqua utilizzata nel processo viene riciclata completamente in circuito chiuso, e quindi il prelievo e lo scarico sono dovuti solo al reintegro necessario per mantenere l’equilibrio salino nel circuito; nel processo non si impiega nessun tipo di additivo e non avvengono solubilizzazioni di sostanze contenute negli pneumatici.

Polverino

Il polverino di gomma prodotto presenta le seguenti caratteristiche:
il suo reimpiego nelle mescole come polimero rivulcanizzabile in sostituzione di Gomma Naturale NBR o Gomma Sintetica SBR rappresenta un risparmio diretto di risorse naturali, rinnovabili nel primo caso (Lattice Naturale) e non rinnovabili nel secondo caso (Petrolio).

Cintura metallica

La cintura metallica che viene separata presenta ancora un residuo di gomma intorno al 2% ma ha comunque un valore economico intrinseco, dato che si tratta di acciaio armonico di buona qualità. Per valorizzare completamente tale frazione sono stati già effettuati studi e sperimentazioni che potranno essere completati solo durante l’esercizio del primo impianto.

Emissioni

Dal punto di vista delle emissioni l’impianto presenta i seguenti aspetti:

  1. nebbia e vapor d’acqua che si sviluppano nel processo di disgregazione per l’azione dell’alta pressione;
  2. vapore acqueo emesso dal camino dell’essiccatoio della gomma disgregata;
  3. emissioni della caldaia che produce il calore per l’essiccatoio. Nello specifico la medesima potrà essere sostituita da un sistema di cogenerazione per la produzione di calore ed energia elettrica, che andrebbe a migliorare l’impatto ambientale e ad abbattere i costi di gestione.

Rifiuto

La parte di pneumatico che non viene recuperato è circa il 5%, ed è costituito prevalentemente da frammenti di gomma e acciaio in pezzature non più utilizzabili ma che possono essere trattati, per esempio, in un impianto meccanico tradizionale.

L'impianto

Scalare, modulare, flessibile, compatto.
Fino a 10.000 tonnellate di PFU all'anno

L'unico impianto in grado di trattare pneumatici con diametro oltre i 4 metri.

Produzioni di polveri di gomma ad alto grado di devulcanizzazione e quindi in grado di essere utilizzate in sostituzione de gomma vergine nelle mescole.

Nessuna emissione nociva, grazie al processo a freddo e al ciclo di trattamento delle acque a circuito chiuso.

Prodotti finali

Dai PFU, attraverso questa tecnologia, si ottengono i seguenti materiali:

  • 70% Polvere elastometrica raffinata (< 400micron), adatta come sostituto in applicazioni di gomma e termoplastici
  • 25% Acciaio con standard industriale, senza parti tessili e con basso contenuto di gomma, purezza superiore al 97%
  • 5% Gomma con residui di acciaio.

Applicazioni

La Water Jet ad altissima pressione disgrega le gomme e separa la gomma dalla cintura metallica in modo economico ed efficace, permettendo il recupero dello pneumatico fino al 95%.

Questo progetto è stato reso possibile da:

Richiesta informazioni

Ti interessa il nostro progetto? Contattaci per maggiori informazioni.